MappaChiudi mappa
  • Leggenda
  • Struttura selezionata
  • Strutture vicine
  • Aeroporti
  • Punti di Interesse
  • Guide/Itinerari

- ULTIMO INSERITO -

Cosa vedere in Sardegna del nord: i 5 luoghi da non perdere

Cosa vedere in Sardegna del nord? Ecco 5 favolosi posti che non ti puoi assolutamente perdere se vai in vacanza nella parte nord della Sardegna • Leggi tutto

» 
» 
» 
Azienda Agrituristica Torre Scifo

6 Camere

Azienda Agrituristica Torre Scifo


Agriturismo Crotone (KR)

Azienda Agrituristica Torre Scifo Agriturismo 

88900 Crotone (KR) - Via Eracle 27, località Capocolonna Guarda Mappa Zona Scifo, località Capocolonna Tel: +39.3201829641

Visitato 695 volte dal 20-09-2017

" Scifo, luogo dell'anima tra l'azzurro del mare ed il verde della macchia mediterranea. Scopri la magia dell'atmosfera Magno-Greca di Capocolonna"

da Gianfranco

DESCRIZIONE STRUTTURA

L'Azienda Agrituristica Torre Scifo
è situata in località "Scifo", poco distante dall'importante sito archeologico di Capocolonna.
Immerso nella natura e a pochi passi dal mare
per scoprire la bellezza selvaggia di un luogo incontaminato e ricco di storia.
L'Azienda Agrituristica Torre Scifo dispone di un'area ortofrutticola che gli ospiti possono visitare, dove i prodotti sono coltivati interamente secondo metodi tradizionali e senza l'utilizzo di additivi chimici.

I concimi impiegati sono esclusivamente organici, ricavati da elementi vegetali e animali.

La maggior parte delle nostre colture è auto-prodotta portando a completa fioritura alcune piante al fine di ricavarne i semi, in modo da selezionare un prodotto di qualità genuino completamente autoctono.

Con oltre una varietà di 100 piante presenti nell'area, si possono facilmente trovare le tipiche piante del Mediterraneo, come il fico, il melograno ed il mirto.

TARIFFE & TIPOLOGIA CAMERE

I prezzi si intendono per tipologia di sistemazione e non a persona
TIPOLOGIA CAMERA BASSA STAGIONE ALTA STAGIONE MIN. N° NOTTI

Appartamento 4 persone

€45 /Notte

€75 /Notte

Minimo 1 notti

PERIODO ALTA STAGIONE

Giugno 1000 - Luglio 1500 - Agosto 2000

PERIODO BASSA STAGIONE

Settembre 300

UBICAZIONE E MAPPA

TORRE DI SCIFO
La Torre di Scifo rientrava in un disegno di difesa costiera di cui facevano parte anche la Torre di Capo Nao (la prima costruita) e la Torre Mariedda.Carlo V iniziò, infatti, una vasta ed imponente opera di fortificazione dei litorali calabresi nel XVI secolo, per potenziare le strutture difensive del Regno di Napoli. Il progetto fu iniziato dal viceré Don Pedro di Toledo. La torre verrà costruita sul capo Pelegrino o Pellegrino dal mastro Gio. Bernardino de Sena di Catanzaro nei primi anni del '600 e prenderà dapprima il nome di Torre di Capo Pellegrino e poi di torre di Scifo. Essa era situata dentro la gabella detta di Scifo Vecchio.Di questa torre a pianta quadrata ci da notizia G.B. Nola Molise nel 1649, affermando che assieme a quella del Lo Marello, era stata costruita da poco a spese della Regia Corte.Dopo l’Unità d’Italia la torre di Scifo fu ceduta dal Demanio dello Stato al marchese Antonio Lucifero, che la trasformò in dimora estiva di soggiorno e molti terreni di proprietà ecclesiastica della località, incamerati dall’Asse Ecclesiastico, passarono in proprietà del barone Luigi Berlingieri che li acquistò dal Demanio. Nel 1938 fu costruita la adiacente abitazione del custode.Oggi il fortilizio appare ben conservato e presenta una pianta di forma quadrata ed è munita di robusti contrafforti e cordonatura in pietra, è dotato di una scala esterna e di un piccolo ponte d'accesso.

TORRE DI SCIFO
La Torre di Scifo rientrava in un disegno di difesa costiera di cui facevano parte anche la Torre di Capo Nao (la prima costruita) e la Torre Mariedda.Carlo V iniziò, infatti, una vasta ed imponente opera di fortificazione dei litorali calabresi nel XVI secolo, per potenziare le strutture difensive del Regno di Napoli. Il progetto fu iniziato dal viceré Don Pedro di Toledo. La torre verrà costruita sul capo Pelegrino o Pellegrino dal mastro Gio. Bernardino de Sena di Catanzaro nei primi anni del '600 e prenderà dapprima il nome di Torre di Capo Pellegrino e poi di torre di Scifo. Essa era situata dentro la gabella detta di Scifo Vecchio.Di questa torre a pianta quadrata ci da notizia G.B. Nola Molise nel 1649, affermando che assieme a quella del Lo Marello, era stata costruita da poco a spese della Regia Corte.Dopo l’Unità d’Italia la torre di Scifo fu ceduta dal Demanio dello Stato al marchese Antonio Lucifero, che la trasformò in dimora estiva di soggiorno e molti terreni di proprietà ecclesiastica della località, incamerati dall’Asse Ecclesiastico, passarono in proprietà del barone Luigi Berlingieri che li acquistò dal Demanio. Nel 1938 fu costruita la adiacente abitazione del custode.Oggi il fortilizio appare ben conservato e presenta una pianta di forma quadrata ed è munita di robusti contrafforti e cordonatura in pietra, è dotato di una scala esterna e di un piccolo ponte d'accesso.

Torre di Scifo o Capo Pellegrino
IL TERMINE "SCIFO"
Lo skyphos (in greco: σκύφος,skyphos, plurale skyphoi) è un tipo di vaso greco, una profonda coppa per bere con due piccole anse, solitamente orizzontali, impostate appena sotto l'orlo; il piede è basso o del tutto assente. In base alla fonti letterarie sembra sia possibile che in antichità il termine venisse utilizzato in modo simile alla nomenclatura moderna. Frequentemente viene utilizzato anche il termine kotyle (plurale kotylai - dal greco κοτύλη), che designava in antichità una coppa in senso e di forma generica. Il kotyle era anche una antica unità di volume. La forma dello skyphos varia nel tempo, a partire dal protogeometrico, e secondo gli ambiti di produzione. La forma base si stabilizza con lo skyphos corinzio del VII secolo a.C., caratterizzato da pareti sottili, orlo curvato verso l'interno, anse piccole e piede ad anello. Da alcuni esemplari tardo geometrici dotati di invaso più ampio si sviluppa la tipologia greco-orientale della coppa a uccelli. In ambito atticolo skyphos assume pareti leggermente più spesse, con anse robuste e piede a toro. Una seconda tipologia frequente nelle figure rosseattiche, e spesso decorata con una civetta, è quella recante anse di forma diversa, una verticale e una orizzontale, con invaso più affusolato nella parte inferiore e con piede più piccolo. La forma chiamata cup-skyphos è dotata delle caratteristiche principali dello skyphos, ma con anse che piegano verso l'alto e orlo leggermente convesso come nelle kylikes. Celebre forma vascolare della letteratura greca, è infatti il vaso da cui Polifemo beve il latte nel libro IX dell'Odissea.


Skyphos attico tipo A, 540-530 circa a.C.
Metropolitan Museum of Art

Skyphos attico, ca. 540-530 a.C.
Metropolitan Museum of Art , New York.
I REPERTI DI PUNTA SCIFO
Nella Baia di Scifo è stato ritrovato un relitto di epoca romana che trasportava delle lastre di marmo provenienti dall’Asia Minore e vasellame di diversa fattura (orli, anse e puntali di anfore). Il carico si presenta sparso sul fondale, a circa 7/8 metri di profondità, concentrato in due zone contigue, come se al momento del naufragio lo scafo si fosse spezzato in due tronconi.Su alcuni blocchi di marmo sono state identificate alcune iscrizioni di cava riportanti la data del 197 d.C. e da questo si è ipotizzato un probabile inabissamento della nave attorno ai primi anni del III secolo.
La città di Crotone e nello specifico,il promontorio di Capo Colonna (promontorio Lacinio) , costituivano in età antica un importante punto di riferimento per le numerose navi in transito sulla rotta commerciale , che collegava la Grecia e l’Asia Minore con l’Italia attraverso il Mar Ionio.
Attualmente è possibile visionare parte del materiale recuperato presso il locale museo archeologico di Capocolonna

SERVIZI PRINCIPALI

  • Servizi generali
  • Animali domestici ammessi
  • Area fumatori
  • Bar
  • Camere familiari
  • Check-in e check-out rapidi
  • Gay-friendly
  • Giardino
  • Luogo di culto
  • Parcheggio
  • Parcheggio gratuito
  • Terrazza
  • Terrazza prendisole
  • Servizi generali camere
  • Connessione Internet Wi-Fi gratuita
  • Strutture sport acquatici in loco
  • Wi-Fi
  • Attivita da fare
  • Accessori per barbecue
  • Campo da tennis
  • Canoismo
  • Equitazione
  • Escursioni in bicicletta
  • Escursionismo
  • Immersioni subacquee
  • Ping-pong
  • Snorkeling
  • Windsurf

da€45

Appartamento 4 persone

6 Camere

Nei dintorni ..
 *Distanze rilevate in linea d'aria

Copyright © 2020 Italiavai.com - Tutti i diritti riservati. Policy Privacy