- ULTIMO INSERITO -

Civita di Bagnoregio: la città che muore, ecco perchè

Civita è una frazione del comune di Bagnoregio, a Viterbo, nel Lazio, e fa parte dei borghi più belli d'Italia famosa per essere chiamata La città che muore ecco perchè. • Leggi tutto

» 
» 
» 
» 
Cosa vedere a Bologna in due giorni: la città dotta, grassa e rossa

Cosa vedere a Bologna in due giorni: la città dotta, grassa e rossa

Un itinerario di due giorni a Bologna  deve essere un itinerario il più possibile ben congeniato così da cercare di vedere quante più cose possibile delle tante cose da vedere a Bologna.

Bologna
Bologna


Una città come "la dotta, la grassa, la rossa" ha infatti moltissimo da offrire a chi la visita e senza un piano chiaro in testa è facile tornare a casa con la sensazione di non aver sfruttato al massimo il proprio weekend a Bologna.

Piazza Maggiore flickr.com
Piazza Maggiore


Perché non cominciare quindi il tour di 2 giorni a Bologna iniziando da Piazza Maggiore? Piazza Maggiore è infatti la piazza principale della città di Bologna e cominciando il proprio viaggio bolognese da qui si ha la possibilità di ammirare, in un colpo solo, la Basilica di San Petronio e non solo: qui, infatti, si trovano anche tre importantissimi palazzi della città.

La Basilica di San Petronio non solo è la chiesa più nota di Bologna, anche perché dedicata al santo patrono della città, ma è anche annoverata tra le chiese più grandi d‘Europa. Questa chiesa, realizzata in stile gotico, ha infatti dimensioni imponenti e chissà a quali grandezze sarebbe arrivata se fosse stata compiuta. Possibile escludere un luogo così importante dalle cose da vedere a Bologna in un weekend? No di certo.  

Palazzo d’Accursio flickr.com
Palazzo d’Accursio


Si affaccia sulla Piazza Maggiore anche il Palazzo Comunale, noto pure come Palazzo d’Accursio, in cui ha sede il Comune di Bologna e il Museo Morandi e anche il Palazzo del Podestà e il Palazzo dei Notai. Imperdibile anche il Palazzo dell’Archiginnasio (Piazza Galvani)  che, sito nel cuore pulsante del centro di Bologna, è stato sede dell’Università e ora ospita una splendida Biblioteca comunale.

Quando il tempo stringe, per ampliare la propria esperienza di turisti, occorre scegliere bene dove fare tappa e un punto strategico come Piazza Maggiore è di certo un ottimo posto da cui partire per poi continuare la propria scoperta di Bologna magari proprio continuando a passeggiare verso un’altra piazza a un tiro di schioppo da Piazza Maggiore: Piazza Nettuno.

Piazza Nettuno flickr.com
Piazza Nettuno


Piazza Nettuno è dominata dalla presenza centrale di una bella fontana di dimensioni così grandi da essere chiamata dai bolognesi semplicemente “il Gigante” e su questa Piazza si affaccia il Palazzo Re Enzo così chiamato perché qui venne tenuto prigioniero Re Enzo di Sardegna.

Un'altra tappa immancabile nella lista di cosa vedere a Bologna? Le due torri che, nate per adempiere a importanti compiti militari come essere utilizzate per segnalare eventuali attacchi e organizzare così una tempestiva difesa, sono tra le costruzioni più rappresentative di Bologna.

Le 2 Torri di Piazza di Porta Ravegnana flickr.com
Le 2 Torri di Piazza di Porta Ravegnana


Si tratta di due torri (site a Piazza di Porta Ravegnana) fatte in muratura e sono la Torre degli Asinelli, che è tra le due decisamente la più alta e anche la più famosa, e Torre Garisenda.

Oltre alla Basilica di San Petronio a Bologna è assolutamente da vedere anche la  Basilica di Santo Stefano. Questa Basilica è conosciuta anche come il complesso delle sette chiese perché, in effetti, non si tratta di un singolo edificio ma di diverse strutture tutte accomunate dall’essere luoghi di culto.

Piazza Santo Stefano flickr.com
Piazza Santo Stefano


Su Piazza Santo Stefano si affacciano infatti la Basilica del Sepolcro, la Basilica dei protomartiri San Vitale e Sant’Agricola, la Chiesa della Trinità e la Chiesa del Crocifisso oltre che il Cortile di Pilato e il Chiostro Medievale e anche il Museo di Santo Stefano in cui sono presenti importanti reliquie. 

Santuario della Madonna di San Luca flickr.com
Santuario della Madonna di San Luca


Per concludere la propria visita di due giorni a Bologna ll’insegna dei suoi luoghi di culto ci si può a questo punto recare in un luogo di culto davvero particolare ossia il Santuario della Madonna di San Luca che, dedicato al culto cattolico mariano, domina la città dal Colle della Guardia ma si può anche scegliere (o, se il tempo rimasto lo consente, non scegliere e fare entrambe le cose) di darsi all’arte pittorica visitando al Pinacoteca nazionale di Bologna (via delle Belle Arti) e magari continuando facendo un salto alla Galleria d’Arte Moderna. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE .. 

Bologna capitale della musica

Bologna è una città italiana che molti turisti visitano ...

Seguici su google+
Offerte nei dintorni ..
In Fiera 5Bologna (BO)
€ 185Camera doppia + letto agg.
distanza 2 km
B&B Ma MaisonPianoro (BO)
€ 40Appartamento 2 persone
distanza 11,8 km
Bed & Breackfast Casa dei CaminiBentivoglio (BO)
€ 40Camera doppia
distanza 13,7 km
Buonhotel Centro Storico Bologna
€ 70Camera singola
distanza 200 mt
Appartamenti Borgo AnconellaLoiano (BO)
€ 40Camera singola
distanza 22,2 km
UnaCamera Centro Storico Bologna
€ 60Camera doppia
distanza 1,7 km
Bb Casa Bologna Centro Storico Bologna
€ 49Camera doppia + letto agg.
distanza 2,8 km
Bed & Breakfast Margherita Centro Storico Bologna
€ 30Camera singola
distanza 900 mt

Copyright © 2018 Italiavai.com - Tutti i diritti riservati. Policy Privacy